ASCOLI PICENO – A due giorni dalla sfida casalinga contro il Pordenone dell’ex Tesser in casa Ascoli fa il punto sul momento positivo dei bianconeri, 13 punti nelle ultime 5 partite, l’attaccante Marcello Trotta.

“Con i risultati è cambiata la nostra consapevolezza – le parole dell’attaccante – ci hanno ridato la fiducia persa per strada. Mister Dionigi ci ha dato tanto, ci ha fatto capire quello che voleva e noi abbiamo cercato di realizzarlo. Quella con il Cittadella penso sia stata la migliore prestazione fatta con il nuovo allenatore. Il Pordenone è una squadra importante, la stiamo preparando al meglio per fare una grande prestazione. Il mio rendimento? Sono contento ma spero di dare ancora di più. Il mio futuro? La società conosce il mio pensiero, spero di rimanere ma ne riparleremo a fine campionato”.

“Il mister sta cercando di coinvolgere tutti -continua Trotta – sta a noi sul campo ripagarlo. Io do sempre il massimo, poi è il mister a decidere chi giocherà, ho la coscienza pulita. Sappiamo di dover pensare alla salvezza, qualcosa non è andato come previsto. Davanti mi trovo bene con tutti, cerchiamo di dare il massimo anche in allenamento. E’ strano giocare senza pubblico, ci mancano il sostegno dei nostri tifosi, da una parte ci ha uniti ancora di più perché sappiamo di dover lottare anche per loro. Con l’arrivo del mister abbiamo cambiato modulo e siamo più aggressivi, i risultati gli stanno dando ragione, anche noi abbiamo capito che dovevamo dare tutti qualcosa in più”.

“Abbiamo capito che eravamo in un punto critico -conclude l’attaccante bianconero – i risultati importanti ci hanno dato fiducia, dovremo continuare a lottare fino alla fine. I miei gol? Sono contento che abbiano portati punti, spero di aiutare a portare a casa altri punti. Impossibile fare calcoli, noi dobbiamo solo pensare a fare più punti possibili poi si vedrà. Il Crotone? Penso sia ormai in Serie A, sarà una belle lotta e molta equilibrata la lotta per i play off”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.