ASCOLI PICENO – A causa del perdurare della riduzione delle portate in sorgente, di un’elevata e crescente domanda idrica da parte dell’utenza, dell’attuale andamento climatico stagionale, per garantire una equa distribuzione della risorsa idrica disponibile, la CIIP spa si vedrà costretta a sospendere l’erogazione idrica nelle ore notturne dalle ore 22 alle ore 06.30.

Tale azione sarà adottata a partire dal 27 luglio salvo imprevisti che ne determineranno un’anticipazione e rappresenta la prima fase di altri possibili successivi interventi attivabili in relazione all’andamento delle portate sorgentizie, all’andamento climatico e alla domanda idrica da parte delle utenze.

La popolazione residente nelle aree d’influenza sotto elencate sarà interessata dall’interruzione notturna, quando attivata:

Serbatoio soggetto a chiusuraComuneArea di influenza

Servigliano Curetta – Servigliano – Zona Curetta

S.Vittoria Cappellone – S.Vittoria in Matenano – Centro abitato

Fermo S. Martino – Fermo – Zona S. Martino

Fermo San Girolamo – Fermo – Zona S. Girolamo

Fermo Cappuccini – Fermo – Zona Cappuccini e val d’Ete

Grottazzolina Paese – Grottazzolina – Centro abitato

Servigliano Paese – Servigliano – Centro abitato

Castorano, Parco della Rimembranza – Castorano – Centro Urbano, San Silvestro, Gaico

Villa Eusebi – Spinetoli – Frazione Pagliare del Tronto

San Barnaba – Offida – Centro Urbano

Cappuccini Nuovo – Offida – Zona Cappuccini

Piazza Castello – Acquaviva Picena – Centro Urbano

San Vincenzo – Acquaviva Picena -Contrade S. Vincenzo, Colle in su

Bitossi – Monteprandone – Frazione Centobuchi, Frazione Stella di Monsampolo

Colle Gioioso – Monteprandone – Frazione Centobuchi

Colle in su – San Benedetto del Tronto – Zona Ponte rotto, Zona industriale Acquaviva

Data la precaria situazione dell’approvvigionamento la Ciip ha richiesto a tutte le amministrazioni comunali ed alle prefetture di sensibilizzare l’utenza al contenimento dei consumi, chiedendo la pubblicazione di idonee Ordinanze Sindacale raccomandando a tutta la cittadinanza di utilizzare l’acqua con oculatezza e per le sole esigenze igienico-potabili, specificando che utilizzi non consentiti, quali innaffiare orti e giardini, cortili, lavare automezzi, pulire strade, marciapiedi, ecc. con l’acqua potabile, sono proibiti.

La Ciip ha richiesto inoltre alla polizia locale di vigilare sul corretto uso della risorsa idrica e di applicare ai trasgressori le sanzioni normativamente previste.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.