ASCOLI PICENO – Si ferma a 6 la striscia positiva dell’Ascoli che cede il passo al Pisa per 1-0 grazie alla rete al 44′ di Siega, probabilmente viziato da un fallo non fischiato da Ayroldi su Cavion; i bianconeri mantengono un punto di vantaggio sulla zona play out e si giocheranno la salvezza nell’ultima giornata di Serie B contro il Benevento di Pippo Inazghi già promosso in Serie A.

“Da otto partite cerco di capire tutte le situazioni – le parole di mister Dionigi a fine gara – ma il fallo su Cavion è l’ennesimo episodio e questa volta ci condanna facendoci perdere punti importanti. Ho constatato che usare il buon senso non paga, stasera diventa difficile non commentare situazioni così lampanti, a fine gara l’ho fatto presente all’arbitro. Ai ragazzi non ho nulla da rimproverare, abbiamo creato occasioni anche oggi con Valentini, Ninkovic, Scamacca, forse non siamo stati lucidi come al solito ma abbiamo manovrato bene arrivando a cross o conclusione”.

“Credo che il punto sarebbe stato giusto e ci sarebbe servito tanto in chiave salvezza – continua il tecnico bianconero – Sappiamo che venerdì abbiamo una gara da non sbagliare e che il minimo episodio ci sta condannando. I risultati degli altri campi? Avevamo detto che ci sarebbe servita una vittoria, venerdì affronteremo la prima della classe, ma le nostre motivazioni sono superiori”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.