ANCONA – La Regione Marche “mette a disposizione oltre 7 milioni di euro per contrastare sui territori, le conseguenze negative legate alla sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e dell’attività scolastica durante l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 e per sostenere le famiglie nelle spese legate all’educazione dei figli”.

Le misure, presentate in videoconferenza stampa dall’assessore regionale all’Istruzione Loretta Bravi serviranno a dare un “impulso forte e immediato alla ripartenza dei servizi educativi e ricreativi dedicati ai più piccoli”.

La giunta ha approvato i criteri di riparto fondi nel Programma regionale di interventi 2020 per promuovere il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione 0-6 anni di età. Secondo il Decreto di riparto, la quota assegnata dal Ministero per le Marche è di 5.553.182,31 euro, più risorse residue del 2019 per circa 392 mila euro; in aggiunta una quota di finanziamento regionale di 1.388.295,58 euro, corrispondente al 25% del contributo statale.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.