CASTEL DI LAMA – Quella dei “cattivi odori”, che ormai da diverse settimane coinvolgono i comuni della Vallata del Tronto e parte della costa, è una problematica sulla quale sia i residenti locali sia i primi cittadini hanno più volte chiesto a gran voce di intervenire.

Un disagio presente anche nella zona di Villa Sant’Antonio e Castel di Lama.

Il primi cittadino lamense Mauro Bochicchio ha esortato gli enti coinvolti e l’Arpam a fare chiarezza, facendosi carico dei problemi dei residenti, sia del suo comune che di quelli della frazione di Ascoli.

Di seguito riportiamo il testo della missiva inviata agli enti di competenza.

“Tenuto conto che:

– Durante il tavolo tecnico del 30/10/2018 avete assunto l’impegno di individuare, con l’aiuto di ISPRA e delle altre ARPA del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale, le strumentazioni più utili per il monitoraggio degli odori con l’impegno di riconvocare il tavolo entro 20 giorni;

– Nella stessa data avevate sottolineato come particolarmente difficile comprendere le interazioni tra tutti i composti presenti nell’aria della zona industriale ma che era comunque possibile svolgere uno screening delle diverse classi di composti;

– La popolazione di Villa Sant’Antonio e Castel di Lama lamenta ancora sopratutto nel periodo estivo miasmi nauseabondi provenienti probabilmente, come in passato, dal depuratore.;

– Mi è stato riferito che siano state installate nelle case di due cittadini di Villa Sant’Antonio degli apparecchi dotati di sensori in grado di rilevare le concentrazioni in aria di NH3 ed H2S (ammoniaca e acido solfidrico);

– Tale sensoristica risulta essere abbastanza diffusa e facilmente reperibile sul mercato pertanto è da ritenersi non essere coincidente con quella che Voi intendevate individuare con l’aiuto di ISPRA ed ARPA Nazionali durante il tavolo tecnico del 30/10/2018;

Con la presente, a tutela della salute pubblica dei cittadini, sono a chiedere dei chiarimenti sulle indagini che state svolgendo, sulle caratteristiche tecniche dei sensori che avete installato, sulle modalità di svolgimento dei monitoraggi e sui risultati attesi dagli stessi.

In attesa di un cortese riscontro, invio i miei cordiali saluti”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.