ASCOLI PICENO – “Il modo di giungere a scuola, di trascorrervi la giornata, di vivere cose banali come i minuti di intervallo dovrà cambiare rispettando le norme che da mesi cercano di tutelare la salute di tutti. Quando voi, insegnanti, personale e studenti, vivrete queste fatiche giornaliere pensate perché e per chi lo fate”.

E’ l’esortazione dei vescovi delle Marche in un messaggio rivolto a studenti, famiglie, docenti, dirigenti, personale amministrativo e tecnico in vista dell’inizio dell’anno scolastico.

“Lo fate – spiegano in una nota diffusa dall’Ansa – per tutelare la vita vostra e quella degli altri, in particolare dei più fragili, i malati e gli anziani, più esposti al rischio del contagio. Anche ai più piccoli tra voi viene chiesto questo atto di responsabilità e di amore verso gli altri, senza regali in cambio, ma solo avendo fiducia in voi e nella vostra capacità di essere ogni giorno maturi e responsabili. Fra qualche anno si parlerà di voi, la generazione del Covid, come di una generazione speciale: cresciuta nel valore e del rispetto degli altri con convinzione e forza”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.