Amichevole MATELICA-ASCOLI 1-4

Stadio Helvia Recina di Macerata.

MATELICA: (4-3-3) Cardinali; Fracassini, De Santis, Cason, Di Renzo; Calcagni, Bordo, Balestrero; Volpicelli, Moretti, Leonetti. A disp.: Martorel, Magri,Baraboglia, Nicoli, Pizzutelli, Santamarianova, Barbarossa, Franchi, Peroni, Monti. All.: Colavitto.

ASCOLI(4-3-3): Sarr (1′ st Leali); Pucino (25′ st Ghazoini), Brosco (27′ st Quaranta), Padoin (27′ st Tofanari), Semeraro (25′ st Laverone); Eramo (18′ st Scorza), Buchel (1′ st Donis), Saric (18′ st Petrucci); Matos (27′ st Chajia), Tassi, Costa Pinto. A disp.: Zizzania, D’Agostino, Di Francesco. All.: Bertotto.

ARBITRO: Gagliardini di Macerata

RETI: 14′ pt Volpicelli (M), 25′ pt Matos (A), 30′ pt Tassi (A), 42′ pt Eramo (A), 47′ st Costa Pinto (A).

NOTE: rec. 0′ pt, 3′ st.

Mister Bertotto post gara: “Approccio giusto, ho visto un Ascoli che ha giocato come voglio io”.

 

Al termine dell’amichevole, disputata dall’Ascoli all’Helvia Recina di Macerata con il Matelica, Mister Bertotto ha commentato così la prestazione dei suoi: “La partita è stata approcciata sicuramente nella maniera giusta, con la voglia e la determinazione di chi si sta preparando a una settimana dall’inizio del campionato. Abbiamo aumentato la qualità e la capacità di poter sviluppare i concetti su cui lavoriamo in settimana; i nuovi innesti, come è normale che sia, non hanno una condizione fisica ottimale, quindi il minutaggio va gestito con intelligenza e pian piano va incrementato per portarlo al livello di chi è più avanti con la preparazione. Come ho detto dopo il test con il Fano, la parola ‘amichevole’ nello sport non esiste, le gare vanno sempre giocate al 100% e i valori devono emergere. Quindi oggi non ho nessun appunto da fare, ho visto una bella predisposizione da parte dei ragazzi, che, dopo una sana chiacchierata avuta dopo l’ultimo match, si sono resi conto che l’approccio doveva essere diverso rispetto a quello avuto col Fano. Oltre a questo aspetto, che deve essere l’abc per uno sportivo professionista, stasera si è vista una squadra che gioca a calcio come voglio io, lo sviluppo che abbiamo dato alla gara è in linea con quello che proviamo tutti i giorni. I nuovi? Sono elementi importanti, che abbiamo scelto, voluto, selezionato e che con grande piacere sono venuti a giocare in una realtà importante come questa di Ascoli; sono contento per la professionalità e la serietà che stanno dimostrando, devono migliorarsi sul piano atletico, la condizione fisica diventa importante e fondamentale per arrivare pronti al campionato. Da lunedì inizieremo la settimana tipo e l’approccio positivo di oggi serve certamente per dare consapevolezza al gruppo”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.