ASCOLI PICENO –  La Croce Rossa di Ascoli non si è mai fermata, nemmeno sotto lockdown. I volontari hanno risposto “presente!” nel primo grande evento ambientale durante la ripresa.

Legambiente e i giovani della Croce Rossa, insieme a due classi delle superiori, armati di sacchi per l’immondizia e guanti, hanno ripulito, in zona Cartiera Papale, le sponde del fiume Castellano.

Bottiglie di vetro, di plastica, fogli di carte, lattine e addirittura una sedia: sono questi solo alcuni dei materiali che i ragazzi hanno raccolto impegnandosi, nel loro piccolo, a rendere questo posto un mondo migliore.

“Poiché tutti possono, in un modo o nell’altro, ciascuno nella sua sfera e secondo le sue forze, contribuire in qualche misura a questa buona opera”. Questa frase, di Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa, racchiude in poche parole di come un piccolo gesto, ripetuto da molti, sia la chiave per fare grandi cambiamenti.

“Oggi più che mai – dice la Presidente Cristiana Biancucci – è necessario sensibilizzare i giovani generazioni al fine di tutelare e salvaguardare il nostro pianeta. La cri nazionale ha infatti dato avvio ad una campagna comunicativa imponente sul corretto conferimento dei presidi utilizzati per la tutela da Covid”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.