ARAGONA – Al Gran Premio Michelin di Aragona quarto posto per l’ascolano Romano Fenati al termine di una gara corsa sempre nel gruppo di testa, senza scendere mai al di sotto della settima posizione. 17^ piazza per il suo compagno di squadra Alonso Lopez.

Fenati allo spegnimento del semaforo è stato molto reattivo e sul traguardo del primo giro è riuscito a recuperare già una posizione, transitando quinto. Al terzo giro di gara ha fatto segnare il suo best lap, che, con il tempo di 1’58.214, rappresenta il terzo giro più veloce in gara.

Numerosi i sorpassi che si sono succeduti nel gruppo leader e che hanno permesso a qualche pilota precedentemente distaccato, di ricongiungersi. Fenati ha fatto una gara molto grintosa che ha avuto il suo spettacolare epilogo all’ultima curva dell’ultimo giro: il marchigiano all’ingresso dell’ultima curva era sesto ma, con una magistrale traiettoria esterna, è riuscito a superare in pochi metri sia A. Arenas che J. Alcoba, transitando sul traguardo in quarta posizione, a soli 0.327 s dal vincitore J. Masia.

La parola ai protagonisti.

Romano Fenati: “È stata davvero una bella gara per noi. Dobbiamo fare qualche cambiamento per la prossima gara, ma alla fine non è andata così male. Abbiamo perso un po’ nel finale, per un calo del rendimento delle gomme, per cui dobbiamo lavorare per migliorare la prestazione alla fine della gara.”

Alonso Lopez: “Sono un po’ deluso dalla gara, infatti credo di poter ottenere un risultato migliore. Oggi non è stato possibile, in quanto le gomme usate hanno avuto un rendimento scarso, infatti non sono riuscito a tenere un buon passo. Per il prossimo weekend spero di risolvere questo problema, per migliorare. Stiamo facendo un ottimo lavoro e dobbiamo continuare su questa strada.”

Max Biaggi – Team Owner: “Questo weekend si conclude con una bella gara di Romano, che ancora una volta si dimostra veloce in ogni condizione. Sono soddisfatto di come ha condotto la gara. Ci è mancata solo un po’ di velocità, ma i tecnici già sanno come modificare la i rapporti del cambio. Sicuramente si può migliorare e mi aspetto che ciò accada nel prossimo gran premio. Un vero peccato per Alonso, che dopo il long lap penalty non è riuscito a risalire. Si rifarà la prossima settimana.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.