ANCONA – “Credo che il Governo abbia fatto bene a prevedere misure ulteriori di contenimento dei rapporti sociali, che sono necessarie considerando la crescita della curva dei contagi così da scongiurare, si spera, un nuovo lockdown generalizzato che l’Italia non può permettersi anche se sarebbe paradossalmente più facile da fare” a dirlo è Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona e neo presidente di Anci Marche.

“Con la stessa convinzione – aggiunge – dico che chiudere pezzi di città è una misura difficilmente applicabile perché i Comuni non hanno gli strumenti né il personale per applicare tale norma né per controllare che sia effettivamente rispettata e questo si ricollega all’errore già evidenziato dal presidente dell’Anci Decaro e nel quale tutti i sindaci da nord a sud sono concordi”.

“E’ disdicevole non essere stati sentiti prima, non aver potuto concordare tale misura così da renderla efficace e dunque lo considero un errore sotto l’aspetto della funzionalità cui spero si ponga rimedio d’intesa con Anci nazionale” conclude.

“Sinceramente avremmo voluto un Dpcm che responsabilizzasse meno i sindaci perché è difficile per un sindaco che è sul territorio e che ha le pressioni più forti dagli operatori economici preoccupati e delle associazioni”. Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli dopo la prima seduta del Consiglio nella quale è intervenuto presentando la giunta.

“Il Dpcm l’avrei voluto un po’ diverso. – ha aggiunto – Però rispettiamo la scelta del governo e del presidente Conte. Siamo consapevoli che bisogna essere attenti, siamo però preoccupati di non ingenerare un allarme eccessivo”.

Acquaroli ha indicato il “senso di responsabilità dei cittadini” come “arma più importante e decisiva per battere il virus”.

I nuovi positivi sono per la maggior parte asintomatici, ha rilevato, “ma il problema è il numero di coloro che, seppur sintomatici, non hanno bisogno di terapia intensiva o subintensiva, ma comunque di cure e di sostegno. E’ chiaro che se ci sarà un problema di rianimazione il Covid Hospital c’è e sarà riaperto”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.