ASCOLI PICENO – Prima vittoria dei bianconeri di mister Bertotto, per 2 reti a zero contro la Reggiana nel turno infrasettimanale della serie B, tecnico  che conferma la formazione di Frosinone e vede giusto, puntando sulla qualità di Sabiri e Saric in mezzo al campo.

Il match lo sblocca dopo pochi minuti Sabiri su calcio di rigore è di Bajic al 25′ il raddoppio; poi finale gli emiliani accorciano con un tap in sottoporta di Mazzocchi  al 90′ di  e in pieno recupero raggiungono anche il pari prima che l’arbitro annulli la rete di Kargbo per fuorigioco.

 

ASCOLI (4-2-3-1)
Leali. voto 6 – Si fa sempre trovare pronto ma non è la sua serata migliore, qualche disattenzione come quella che al 38esimo del primo tempo  in cui prende la palla di mano su retropassaggio di Pucino, causando una punizione a due in area, non è da lui per il resto è sempre una sicurezza.
Pucino. voto 5.5. Serata non delle migliori per il capitano che sbaglia il retropassaggio su Leali innescando una situazione pericolosa al 38esimo e non è sempre impeccabile come sul gol subito nel finale e sul gol annullato poi a tempo scaduto
Brosco. voto 6 Puntuale e preciso in fase difensiva, attento e pronto all’anticipo, non sulle ripartenze dove non è precisissimo nei lanci, non si fa vedere mai in fase offensiva come spesso ha abitutato il pubblico
Spendlhofer. voto 6 Seconda partita da titolare per l’austriaco, preciso e pulito negli interventi fa il suo. Non sale come a Frosinone e quindi non si fa vedere in avanti
Kragl. voto 6 Schierato ancora da terzino sinistro non è sempre nel vivo del gioco ma quando tocca palla riesce ad illuminare con lanci a tagliare il campo e una tecnica sopraffina, non soffre l’avversario ed è calmo e concreto
Cavion. voto 6,5 si rivede il centrocampista dei tempi migliori, tanta corsa e qualità con la tecnica che gli permette di superare l’uomo e innescare le azioni offensive, instancabile.
Saric  voto 6,5  (16’s.t. Gerbo voto 6); Qualità e quantità, crea superiorità numerica grazie alla velocità palla al piede si rende pericoloso in diverse occasioni facendosi trovare sempre pronto al tiro ricevendo spesso lo scarico dei compagni del reparto offensivo al limite dell’area, manca solo il gol che sfiora nella seconda frazione, a coronare la sua prestazione.
Chiricò. voto 6,5 Il folletto salentino fa impazzire i difensori con la sua velocità e il dribbling anche se a volte è prevedibile il suo rientro dalla destra ad accentrarsi, colpisce un palo nella ripresa e sfiora il gol sempre con la suo pezzo forte.
IL MIGLIORE – Sabiri voto 7.5 (10’s.t. Tupta voto 6) Qualità  e giocate di livello, si rende subito protagonista al terzo minut o con una serpentina in area, atterrato conquista il rigore che si incarica di battere e subito da una svolta al match, imprendibile per gli avversari si diverte a centrocampo come un prestigiatore, tanta classe condita anche dalla concretezza
Pierini voto 6 (16’s.t. Cangiano voto 6); Fa il suo come a Frosinone, ma non eccelle ma dimostra la sua qualità e sopratutto dona equilibrio alla squadra, al 9′ raccoglie un lancio di Chirichò stoppa e tiro al volo dai 25 metri con la palla che termina di poco sopra la traversa,giocatore in crescita.
Bajic voto 7 (38’s.t. Donis n.v). Lavoro di sacrificio con tante sponde a servire i compagni anche con lanci e cambi di gioco, si mette in proprio al 24esimo quando raccoglie un pallone al limite, si gira e sfodera un potente rasoterra che si infila nell’angolino alla destra del portiere, dimostrando anche le sue qualità come trasformatore.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.