ANCONA – La Regione Marche intende passare dalle 440mila dosi di vaccino anti-influenzale ordinario attualmente disponibili (310mila dal commissario Arcuri, 130mila con una gara Asur in chiusura) a 860mila dosi.

Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini, secondo il quale finora c’era una carenza rispetto a quelli indicati nei report governativi sui Lea. Dunque quasi un “raddoppio di dosi”, ha sottolineato, ricordando che c’è una “grossissima domanda vaccini dalle strutture periferiche e dai medici. Ciò – ha spiegato – comporta la necessità di un accordo con i medici famiglia per un impegno maggiore”.

L’assessore ha dato per questo disposizione di convocare le associazioni rappresentative dei medici di famiglia per stringere un accordo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.