ARQUATA DEL TRONTO – E’ stato firmato il 21 ottobre il contratto per la realizzazione del Piano di ricostruzione di Arquata del Tronto, uno dei territori più colpiti dal terremoto del 2016.

La stipula è avvenuta tra il Comune e il raggruppamento guidato da Mate Engineering e composto da Stefano Boeri Architetti, Proge77, Nhazca e Dream Italia.

“Oggi per noi è un nuovo inizio, finalmente si comincia a parlare seriamente di ricostruzione – commenta il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci -. Auguriamo buon lavoro a tutti i professionisti che siamo certi impareranno a conoscere e ad amare questi nostri territori che, seppur completamente distrutti riescono ancora a meravigliare per la loro straordinaria bellezza”.

Tra i temi cardine inseriti nel Piano, la sicurezza del territorio, la tutela del patrimonio storico, l’utilizzo di materiali e metodi costruttivi innovativi e antisismici. “Senza il protagonismo delle comunità locali, senza un progetto per ricostruire le condizioni per il lavoro, la scuola, la cultura, non può esserci ricostruzione” rileva Stefano Boeri.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.