ASCOLI PICENO – Di seguito una nota stampa della Questura di Ascoli, diffusa e giunta in redazione nella mattinata del 30 ottobre.

In relazione alle notizie apparse sulla stampa locale e sui Social riguardanti ad un corteo di protesta ad opera dei commercianti da tenersi nel pomeriggio di domenica primo novembre si rappresenta che a tutt’oggi non sono giunte richieste formali di pubblica manifestazione così come previsto dall’art. 18 del T.U.LP.S. 773/31.

Pur assicurando il diritto di manifestare previsto dall’art.17 della Costituzione, si rammenta che in questo momento di emergenza epidemiologica da Covid-19 le modalità di manifestare sono regolate dal D.P.C.M. del 24 ottobre scorso che prevede di esercitare tale diritto in forma rigorosamente statica (quindi sono proibiti i cortei), a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le regole sanitarie previste dal Comitato Tecnico Scientifico cioè uso della mascherina e il mantenimento del distanziamento sociale.

La Questura ricorda quanto sopra per chi volesse organizzare manifestazioni e/o presidi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.