ASCOLI PICENO – Dopo la lunga sosta dovuta alle partite delle Nazionali, domenica 22 novembre, alle 15. l’Ascoli tornerà in campo al “Del Duca” per sfidare la Virtus Entella.

Mister Valerio Bertotto, è  tornato a disposizione dopo la positività al Covid-19, emersa nella settimana di preparazione alla partita col Pisa, e nel  pomeriggio ha diretto l’allenamento al Picchio Village.  Il gruppo è stato impegnato inizialmente in una seduta video; sucessivamente si è trasferito sul campo per il riscaldamento tecnico, la potenza aerobica, i giochi di posizione e la classica partita finale.

L’Entella di mister Tedino reduce da due sconfitte consecutive, l’ultima contro il Venezia  2-0 grazie alle reti di Forte e Ceccaroni vive un momento difficile confermato dalle parole del tecnico: “Inutile nasconderlo, è un momento di difficoltà.  In questo campionato, contro squadre organizzate come il Venezia, non possiamo permettercelo. Piangersi addosso non serve a nulla, il campionato è ancora lungo e dobbiamo assolutamente rimboccarci le maniche e reagire al più presto.”

La Virtus Entella (insieme alla Salernitana) è la regina dei gol con subentranti: ha  segnato 3 gol con giocatori entrati in campo a partita in corso. I gol con subentranti sono 16 su 154 totali, pari al 10,4% del dato globale del campionato in corso.

L’Ascoli ha il peggior attacco del torneo (insieme alla Cremonese, 3 sole reti a testa). Nel rapporto tra risultati finali e dei primi tempi, dalle statistiche emerge che i bianconeri “crollano” nei secondi tempi (insieme a Cremonese e Pisa).

Otto sono le squadre che hanno una partita ancora da recuperare:  Ascoli, Brescia, Cittadella, Cremonese, Reggiana, L.R. Vicenza, Monza e Pisa. Salernitana-Reggiana non è stata ad oggi ancora omologata dal giudice sportivo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.