ACQUASANTA -“Ieri sera, durante il Consiglio comunale, abbiamo deliberato un’importante proposta per il territorio: terminare il lungo contenzioso messo in esssere dalla precedente amministrazione, sul complesso sportivo di Parco Rio“.
Così in una nota diffusa il 28 novembre il sindaco di Acquasanta Terme, Sante Stangoni: “Contenzioso che ha comportato uno spreco di denaro pubblico, un mancato utilizzo della struttura da parte dalla popolazione per quindici anni, nonché tutti gli atti e le udienze.
Tutto questo disagio ci ha portato a prendere una decisione di responsabilità netta, come abbiamo sempre fatto in questi anni.
La struttura di Parco Rio tornerà a disposizione della popolazione come struttura polifunzionale e palazzetto dello sport. Non sarà più piscina perché il business plan non permette la possibilità di avere il segno positivo tra costi e ricavi, sulla base del bacino d’utenza”.
Il primo cittadino aggiunge: “Poi lasciatemi dire la mia, per Acquasanta la Piscina è solo una ed è quella Termale, dove la progettazione sta procedendo al meglio cosi come da cronoprogramma, malgrado i rallentamenti dovuti al Covid. Insomma tra qualche tempo il motore di Acquasanta tornerà a girare a pieni giri e ogni sua struttura non sarà morente e abbandonata come lo è stata per anni ma sarà il volano di un rilancio turistico mai visto in questo territorio. Cambieremo questo Comune per tutti voi”.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.