ASCOLI PICENO –  Si rende noto che, dal 4 dicembre fino alle ore 24 del 10 dicembre i soggetti colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza Covid-19, possono presentare richiesta per beneficiare dei buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità da utilizzarsi esclusivamente negli esercizi commerciali di cui all’elenco pubblicato sul sito del Comune.

“Abbiamo avviato nuovamente la procedura a sostengo delle fasce più deboli dei cittadini con la speranza di poter offrire, con un contributo, un po’ di serenità a coloro che hanno sofferto maggiormente in questo periodo di pandemia”- ha dichiarato il Sindaco Marco Fioravanti .

“Ci siamo messi subito a lavoro per portare avanti tutti quei servizi e quelle iniziative volte a supportare i cittadini in difficoltà a causa del Coronavirus – prosegue l’assessore alle Politiche Sociali Massimiliano Brugni – I servizi sociali continueranno a seguire varie procedure per venire incontro alle esigenze dei cittadini più deboli in questo momento e non solo”.

Possono fare richiesta dei “buoni spesa covid” i cittadini residenti colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza Covid-19 ed in particolare quei nuclei familiari che hanno subito una perdita di entrate reddituali in conseguenza degli effetti del perdurare della crisi sanitaria da Covid – 19, i quali:
abbiano una disponibilità economica complessiva (riferita a tutto il nucleo familiare) determinata da redditi di qualunque natura (da lavoro dipendente, autonomo, pensione ,…) e/o da ammortizzatori sociali e/o di altri sostegni pubblici (Cassa Integrazione, Reddito di cittadinanza, CAS…) percepiti nel mese di Novembre 2020 e al netto di canone di locazione di un contratto di affitto regolarmente registrato o della rata di mutuo per l’acquisto della prima abitazione effettivamente pagati per la mensilità di novembre 2020, inferiore a:
•       euro 600 per i nuclei composti di 1 persona;
•      euro 900 per i nuclei composti di 2 persone;
•       euro 1.200 per i nuclei composti di 3 persone;
•       euro 1.400 per i nuclei composti di 4 persone;
•       euro 1.600 per i nuclei composti da 5 o più persone;

Dispongano di un patrimonio mobiliare (depositi e conti correnti bancari e postali o altre forme di patrimonio mobiliare) il cui saldo contabile attivo al lordo degli interessi al 30 novembre, sia inferiore ad una soglia di euro 6.000 accresciuta di euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000;

Per le famiglie in carico e/o oggetto di segnalazione ai Servizi Sociali per situazioni di disagio socio-economico, in deroga ai criteri e modalità sopra indicati, provvede il Servizio Sociale Professionale prendendo a riferimento i nuclei familiari in assistenza economica maggiormente esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19;

Si precisa inoltre che:
•       Per ogni nucleo familiare può presentare la domanda un solo componente.
•       Per nucleo familiare del richiedente il beneficio si intende il nucleo familiare anagrafico.
•       Verranno prese in considerazione esclusivamente le domande predisposte sul modulo di richiesta pubblicato sul sito web del Comune.
•       Le domande incomplete saranno sospese e, solo dopo che verranno integrate dal richiedente, potranno essere esaminate in coda a quelle correttamente compilate.

Per tutte le informazioni consultare l’avviso  alla pagina:
https://www.comune.ap.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18792


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.