Video ripreso dal canale YouTube sp1873

ASCOLI PICENO – Il mondo del pallone ancora una volta sotto shock.

Dopo la scomparsa di Diego Armando Maradona, il calcio piange un altro campione del mondo: è morto alle prime ore del 10 dicembre Paolo Rossi, a 64 anni, celebre giocatore e vincitore del Mondiale 1982 con l’Italia in Spagna.

Papà e nonni hanno raccontato tante volte ai propri figli e nipoti, ora uomini, le grandi gesta del calciatore, vincitore anche del Pallone d’Oro dopo il “Mundial” che lo vide protagonista, e capocannoniere con sei reti (tripletta al Brasile, doppietta alla Polonia e un goal alla Germania Ovest nella finale di Madrid).

Da giocatore ha vestito le casacche in serie A di Como, Lanerossi Vicenza, Perugia, Juventus, Milan e Verona. Con i bianconeri ha vinto due Scudetti, una Coppa Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Europea oltre ad un titolo di capocannoniere.

Ascoli Piceno ha avuto l’onore di vedere all’opera Pablito al “Del Duca” sei volte in serie A, dal 1975 al 1987. Un impianto sportivo, quello ascolano,  “stregato” per il bomber nato a Prato nel 1956. Paolo Rossi non è riuscito mai a segnare nella città delle Cento Torri con le maglie di Como, Lanerossi Vicenza, Juventus e Verona. Il centravanti ha comunque realizzato sei reti contro il Picchio ma mai, appunto, nel capoluogo.

Una realizzazione al “Del Duca” la fece in serie B quando era giocatore del Lanerossi Vicenza nella stagione 1976-77.

L’attaccante, però, è riuscito a realizzare un goal al “Del Duca” anche con la maglia più prestigiosa: quella della Nazionale Italiana.

Era il 3 aprile 1985 e ad Ascoli si giocò l’amichevole internazionale tra Italia e Portogallo. Gli azzurri erano campioni del Mondo in carica, in panchina sedeva il leggendario Enzo Bearzot. In campo campioni come Zoff, Cabrini, Conti, Scirea, Altobelli, Di Gennaro, Bergomi, Tardelli e appunto Paolo Rossi.

Stadio “Del Duca” gremito e tutto esaurito, l’amichevole finì con il risultato di 2 a 0 per l’Italia e Pablito realizzò la seconda rete su calcio di rigore, procurato dallo stesso attaccante, sotto la Curva Sud al 78′ del secondo tempo. Per la cronaca, il primo goal fu realizzato da Bruno Conti al 40′ del primo tempo.

Paolo Rossi fu, ovviamente, molto amato anche nel capoluogo. Un male incurabile ha portato via, purtroppo, il bomber azzurro che rimarrà comunque nei cuori di tutti coloro che amano il calcio.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.