ASCOLI PICENO – Screening di massa ad Ascoli Piceno, la Croce Rossa è stata impegnata nelle attività di accoglienza.

Una grande cordata della Cri picena a supporto della campagna regionale.

È terminato lo screening di massa e la Croce Rossa di Ascoli Piceno grazie al supporto i comitati limitrofi dei Sibillini, Castignano e di San Benedetto ha voluto essere al fianco della Regione Marche e dell’Asur 5 in questa importante campagna di screening di massa

Per tutta la campagna sono stati impegnati circa 50 volontari più un staff di coordinamento ed il loro servizio si è svolto nelle due location in 6 giorni dal 18 al 23 dicembre con un monte ore di attività pari a 618 ore.

“Sinergia e collaborazione, professionalità e gentilezza le parole chiave che hanno contraddistinto l’attività a supporto dell’iniziativa. Volontari, Corpo Militare ed Infermiere volontarie. Donne e uomini eccezionali che segnano il passo e hanno collaborato alla riuscita della campagna con grande tenacia, mantenendo la barra dritta, con un sorriso per chiunque e nella piena consapevolezza di correre quotidianamente dei rischi, ma al servizio della città consapevoli che quello che stiamo vivendo è sicuramente un momento cruciale in cui diventa un imperativo morale supportare la regione Marche e tutto il personale sanitario dell’Asur Marche – dice la Presidente della Croce Rossa di Ascoli Piceno, Cristiana Biancucci – i volontari della Croce Rossa hanno curato l’accoglienza con una prima misurazione della temperatura per favorire gli accessi controllati e sicuri e hanno garantito durante l’attesa il mantenimento della distanza fisica”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.