ANCONA – “Da domani, 28 dicembre, fino al 30 dicembre, e poi anche il 4 gennaio, torneremo in zona arancione. Ci si può sempre muovere per comprovate esigenze (salute, lavoro o studio, ricongiungimenti familiari), ma anche per recarsi in visita in abitazioni private (non più di due persone, senza contare minori di 14 anni e chi ha bisogno di assistenza)”.

Così il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, in una nota diffiusa il 27 dicembre: “Chi abita in comuni con meno 5 mila abitanti può uscire percorrendo una distanza non superiore a 30 chilometri. Ci si può spostare all’interno del proprio Comune dalle 5 alle 22, senza necessità di autocertificazione. I negozi sono aperti, ma restano sospese le attività dei servizi di ristorazione come bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. Si può ordinare cibo a domicilio e d’asporto fino alle 22. È consentita l’attività motoria e sportiva purché all’interno del proprio Comune e all’aperto”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.