ASCOLI PICENO  – Sono 24 i bianconeri convocati da Mister Sottil per la sfida di domani alle ore 18 contro l’Empoli:

PORTIERI: Leali, Ndiaye, Sarr DIFENSORI: Avlonitis, Brosco, Corbo, Pucino, Quaranta, Sarzi Puttini, Tofanari CENTROCAMPISTI: Buchel, Cavion, Donis, Eramo, Gerbo, Lico, Sabiri, Saric ATTACCANTI: Bajic, Cangiano, Chiricò, Pierini, Tupta, Vellios

INDISPONIBILI: Kragl, Mallè, Sini, Spendlhofer IN NAZIONALE: Ghazoini

 

Sfida numero 39 tra Empoli e Ascoli, con 18 vittorie per i toscani,  9 pareggi e 11 successi ascolani. Parlando delle gare giocare a Empoli, 19, sono 14 le vittorie azzurre, 3 quelle bianconere e 2 pareggi.

Il primo confronto risale alla stagione 1961/62, in serie C, quando l’Empoli vinse 3-0.Ultima sfida nel campionato 2019/20 terminata 2 a 1 per gli azzurri, lo scorso dicembre Balkovec e La Gumina nel finale ribaltarono il vantaggio ascolano di Brosco.

Mister Sottil, prima della partenza per la Toscana, ha presentato la sfida con l’Empoli.

 

Solo due giorni per preparare la partita con l’Empoli, ma col morale più alto.

“E’ chiaro che non c’è neanche il tempo di goderci la vittoria con la Spal perché si torna subito in campo; da una parte è anche meglio, infatti ho detto ai ragazzi di archiviare già la partita di domenica, di cogliere gli aspetti positivi di quella sfida e di migliorare velocemente le cose meno buone”.

 

A mente fredda, tornando al match di domenica, cosa le è piaciuto e su cosa bisogna migliorare?

“Mi è piaciuto sicuramente l’atteggiamento, ho visto la voglia di vincere la partita e di non prendere gol, la voglia di tutti, anche di chi è subentrato. Mi sono piaciute le manovre di gioco, mentre dobbiamo migliorare sui sincronismi, ma questo avverrà col lavoro perché la qualità c’è”.

 

L’Ascoli troverà sul suo cammino un’altra corazzata come l’Empoli. Come vi siete preparati alla gara?

“L’Empoli è una squadra costruita per vincere, ma questo per noi deve essere solamente motivo di stimolo, deve suscitare in noi maggiore voglia di competere con loro, penso bisogna avere il massimo rispetto per tutti gli avversari, ma andremo lì per giocarci la partita. Ci siamo preparati e sono convinto che ce la giocheremo, so benissimo la difficoltà della gara, ma dobbiamo continuare sulla nostra identità di gioco e di squadra. I ragazzi mi seguono, parliamo di giocatori anche importanti che hanno disputato campionati di livello. Vorrei che la squadra fosse sempre più aggressiva e corta nelle due fasi e sono convinto che domani tutto questo lo vedrò in campo”.

 

Pensa di fare turn over rispetto al match con la Spal?

“E’ normale che con le gare ravvicinate qualche valutazione devo farla, ho provato qualche soluzione alternativa, ma deciderò domattina”.

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.