ASCOLI PICENO – “Al termine dei tradizionali festeggiamenti dell’ultimo dell’anno, caratterizzati dal rispetto delle norme per scongiurare il propagarsi della pandemia da Covid-19, nella Provincia di Ascoli Piceno si sono rilevati solo 2 incidenti di lieve entità, nel circondario di Ascoli Piceno, causati da scoppio di artifici pirotecnici di cui una sola persona ha fatto ricorso a cure mediche presso il nosocomio ascolano”.

Così la Questura di Ascoli Piceno, in una nota stampa, diffusa il primo gennaio 2021: “Per l’occasione, come ogni anno, è stata effettuata una attività preventiva e sono stati numerosissimi i controlli effettuati dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze dell’Ordine nel mese di dicembre che hanno controllato complessivamente 17 esercizi di minuta vendita con licenza e 3 esercizi di minuta vendita senza licenza, di cui uno di quest’ultimi è stato sanzionato“.

Dalla Questura concludono: “L’attività di controllo focalizzata sui fenomeni connessi al commercio illegale di prodotti pirici è stata coadiuvata dal lavoro di tutte le forze dell’ordine impegnate a far rispettare il lockdown in atto, tale attività ha evidenziato una popolazione della provincia picena con un elevato senso civico e rispettosa delle regole che ci stanno accompagnando in questo particolare momento”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.