FOLIGNANO – “Come ho già anticipato qualche giorno fa, i lavori di Anas si sono conclusi e sono in corso le verifiche del ponte. Faccio un breve riepilogo”.

Così il sindaco di Folignano, Matteo Terrani, il 4 gennaio sui Social commenta la conclusione dei lavori Castel Folignano-Piane di Morro e le verifiche in corso sul ponte: “La S.P. 31 che collega Castel Folignano a Piane di Morro è stata oggetto di intervento da parte di Anas dopo i danni subiti dal sisma. Attraverso lo stanziamento di un fondo nazionale di circa 5 milioni di euro è stato messo in campo un lavoro imponente di messa in sicurezza del tratto con l’obiettivo di risolvere problemi annosi che comportavano spesso la chiusura della strada in occasione di alluvioni ed eventi calamitosi”.

Terrani prosegue: “Rispetto alle tempistiche di Anas che prevedevano la restituzione del cantiere a maggio 2020 ci sono stati ritardi causati sia Covid-19 e sia da un ulteriore intervento non previsto che abbiamo richiesto recentemente. Il piano prevedeva inizialmente la sistemazione del versante che parte dalla fine del ponte e continua costeggiando la strada in direzione Piane di Morro. Quel lavoro, il più importante, si è concluso alcuni mesi fa. Successivamente abbiamo chiesto di intervenire sul lato antecedente il ponte con disboscamento e rete protettiva, per evitare l’insorgere di nuove problematiche e rischi di frane nel corso del tempo”.

Il primo cittadino aggiunge: “I lavori dell’Anas, pertanto, si sono conclusi nel mese di dicembre con la riconsegna del cantiere alla Provincia di Ascoli Piceno che ha immediatamente provveduto alla ripulitura del ponte che, dopo decenni di mancata manutenzione, era completamente ricoperto dalla vegetazione ed è così tornato alla sua forma originaria A fine anno insieme ai tecnici della Provincia e al consigliere provinciale Daniele Tonelli abbiamo preso parte all’ispezione fotogrammetrica del ponte effettuata da un drone. Nel frattempo, nei mesi scorsi abbiamo ottenuto da Anas uno stanziamento apposito di circa 450 mila euro proprio per eventuali esigenze legate alla manutenzione del ponte”.

“Nel mese di gennaio sono previste le prove di carico e, qualora non si verificassero complicazioni da un punto di vista strutturale, si procederà finalmente alla riapertura della strada rimandando la manutenzione di Anas a un successivo intervento – conclude il sindaco – Seguiranno comunque aggiornamenti in merito dopo aver effettuato le citate verifiche strutturali. Comprendiamo bene il desiderio di riaprire subito un’arteria così importante per il nostro territorio, ma prima di procedere è necessario verificare che sia tutto in regola, abbiamo visto quali tragedie possono sopraggiungere per la fretta e la superficialità in Italia. A Folignano in passato non ne siamo stati immuni e non vorremmo esserlo di nuovo, specialmente adesso che siamo a un passo dalla riapertura”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.