CASTIGNANO – Contrordine. Dopo la sfuriata del sindaco di Castignano, Fabio Polini, l’Asur corregge il “tiro” e ripristina direttamente nel Borgo piceno lo screening di massa come chiesto a gran voce dal primo cittadino.

Qui il nostro precedente articolo

Screening ad Offida per i castignanesi, l’ira di Polini: “Ma chi pensa queste cose? Entroterra dimenticato”

Il sindaco, infatti, lamentava il fatto che i cittadini di Castignano si sarebbero dovuti recare ad Offida nonostante la strada provinciale fosse chiusa da anni.

Nel pomeriggio del 13 gennaio è arrivato il dietrofront dell’Area Vasta 5 che ha voluto accogliere la richiesta di Polini.

Il sindaco, tramite i social, annuncia che lo screening si terrà il 20 gennaio alla palestra della Scuola Media: “Oggi mi è giunta una bellissima notizia, questa mattina mi ha chiamato il Direttore dell’Area vasta 5 , Cesare Milani, informandomi che dopo diversi colloqui avevano trovato una data per fare lo screening a Castignano.  L’ho ringraziato a nome di tutta la popolazione per aver recepito le nostre istanze”

“Ringrazio anche l’assessore regionale Guido Castelli e il consigliere Antonini che dopo aver letto il mio post di ieri, mi hanno contattato e condividendone le istanze si sono attivati per trovare una soluzione insieme alla Asur – aggiunge il primo cittadino – Un grazie a tutti quelli che hanno permesso di agevolare la nostra cittadinanza alla partecipare dello screening regionale. Oggi pomeriggio la Asur ha fatto un sopralluogo alla palestra per predisporre al meglio la logistica necessaria per il test del 20 gennaio”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.