ANCONA – “Nelle Marche se l’andamento della curva rimarrà con l’Rt sotto a uno anche nella prossima settimana, se i numeri saranno confermati nella prossima settimana, credo che potremmo pensare a un provvedimento di anticipo del rientro al 50% delle Superiori“.

Lo annuncia in un lungo video postato su Facebook, il 16 gennaio, il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, secondo il quale la decisione sta tutta “nei numeri e situazione oggettiva, nella verifica giorno per giorno della situazione”.

Facendo un punto della situazione il presidente riferisce che “la regione ha indice Rt da un mese sotto a 1” e che c’è stata una “recrudescenza nella prima settimana di gennaio” con molti casi che “ora stanno scendendo”.

Acquaroli ravvisa nella settimana appena trascorsa una diminuzione di casi e di sintomatici: “La settimana scorsa i contagi si attestavano anche su 700, ora tra i 400-500 casi, i sintomatici erano 65-70, ora tra 50 e 60. La “pandemia ha rialzato i numeri dopo le feste ma nella settimana sembra tornare a livelli pre-festivi. C’è stato un aumento dei ricoverati anche in terapia intensiva ma c’è anche da tenere in considerazione l’andamento del Rt che sembra rallentare”.

“Noi abbiamo deciso di posticipare l’apertura delle scuole nei giorni in cui i casi giornalieri raggiungevano le 700 unità e 70 sintomatici – spiega -. Il problema non è solo del trasporto, migliorato e pronto alla sfida quando riapriranno le scuole, né nelle scuole, – prosegue – ma è che non sappiamo l’effetto che può avere mettendo in movimento in strade e piazze una massa importante di persone, di tantissimi ragazzi e famigliari che li accompagnano a scuola”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.