ASCOLI PICENO – Circa 500 mila tamponi rapidi potrebbero avanzare dai test di screening che si stanno svolgendo nella Regione Marche. Per questo motivo i consiglieri del Pd ascolano Ameli, Frenquellucci e Procaccini hanno protocollato una interrogazione al sindaco Fioravanti con la quale chiedono che i tamponi in avanzo vengano utilizzati per lo screening degli studenti e del personale scolastico delle scuole superiori ascolane.

“Dallo screening della Regione Marche avanzerà oltre mezzo milione di tamponi rapidi, ed in attesa della vaccinazione (che deve essere prioritaria per gli insegnanti) c’è bisogno di un tracciamento costante tra tutti i frequentatori dell’ambiente scolastico. Non è un’operazione difficile: a Pesaro il comune si è subito attivato e verrà attivata la campagna di tracciamento anche grazie all’utilizzo di fondi comunali” afferma il gruppo consiliare.

“Basterebbe convocare un tavolo operativo con i presidi degli istituti scolastici insistenti nel comune di Ascoli Piceno” sostiene il gruppo consiliare PD “al fine di individuare il personale da dedicare a tale operazione, in collaborazione con i medici e la direzione dell’Area Vasta 5”

“Con iniziative in tal senso” – concludono Ameli, Frenquellucci e Procaccini – “si garantirebbe una maggior sicurezza e quindi serenità agli studenti ed al personale scolastico tutto che ogni giorno vive il mondo della scuola”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.