ASCOLI PICENO – “Domenica 31 gennaio sarà praticamente l’ultimo giorno di permanenza in monastero. Sono stati quasi tre mesi di Marocco contando la prossima settimana dal 1 all’8 febbraio quando prenderò l’aereo da Casablanca per Roma”.

Con un post sulla sua pagina facebook monsignor Giovanni D’Ercole ha annunciato il suo rientro in Italia. Si era ritirato in una missione in Marocco dopo le dimissioni da vescovo di Ascoli Piceno, avvenute a fine ottobre 2020. “Questo tempo è stato un lungo silenzioso colloquio con Gesù immerso nella preghiera dei monaci in cui ho trovato pace e sostegno – scrive -. Ho vissuto da monaco nella più grande semplicità e direi povertà trappista che fa scoprire l’essenziale della vita: Dio”.

In questi mesi è rimasto in contatto con i fedeli aggiornando la pagina Facebook: “Passare mesi in silenzio è anche un’occasione per rivedere se stessi, il proprio cammino e la propria storia. In monastero sembra che sei isolato e invece sei nel pieno della società, ma la guardi con occhi nuovi, gli occhi di Dio. Il faticoso cammino dell’ascesi monastica è proprio uno spogliarsi totalmente di sè, un morire a se stessi per rinascere in Dio”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.