ASCOLI PICENO – Di seguito una nota, giunta in redazione l’8 febbraio dell’Aidm Ascoli.

L’Aidm di Ascoli Piceno, intende prendere posizione contro la decisione sella Regione Marche di non concedere la distribuzione della pillola RU486, che consente l’aborto farmacologico.

È estremamente grave e lesivo della salute e della dignità della donna questo atteggiamento antiscientifico da parte delle istituzioni regionali. Con particolare rammarico notiamo che proprio dall’unica rappresentante femminile nella giunta viene una chiusura alle problematiche delle donne.

Lavoreremo in ogni sede, istituzionale e non solo affinché la Regione modifichi questa inqualificabile posizione e applichi le linee guida del Ministero della Salute.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.