ASCOLI PICENO – Simulazione del recupero di un infortunato, caduto da una altezza di 37 metri, utilizzando tecniche Saf (speleo alpino fluviale) e autoscala.

L’esercitazione è stata portata a termine ieri notte, 7 febbraio, dai vigili del fuoco di Ascoli Piceno sul ponte di porta Maggiore (in prossimità del centro storico).

L’esercitazione ha avuto un esito positivo, permettendo al personale operativo di verificare sul campo l’applicazione e l’adattamento delle varie tecniche di soccorso a scenari reali, seguendo le indicazioni dei manuali Saf specifici.

Le analisi tecniche conseguenti alle fasi esercitative e le criticità evidenziate sono state poi oggetto di briefing operativi con tutto il personale al fine di mettere tali esperienze a fattor comune: utilizzare nel modo più efficace possibile le diverse tecniche di soccorso, le attrezzature e mezzi a disposizione, simulando soccorsi in scenari ambientali reali. La simulazione è servita per delineare le linee guida e le procedure operative standard finalizzate alla possibile applicazione delle tecniche del soccorso in scenari ambientali di soccorso particolarmente complessi


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.