ASCOLI PICENO – Mister Andrea Sottil, alla vigilia della sfida con la Reggiana, ha parlato al termine della seduta di allenamento, oggi insolita per via della neve che sta imbiancando il capoluogo: “Abbiamo svolto una rifinitura più veloce in palestra a causa dei campi innevati, ma non fa niente, questa settimana abbiamo lavorato molto bene e intensamente, ieri abbiamo anticipato dei lavori sapendo che avrebbe nevicato, non è un problema, siamo pronti per la partita”.

Di fronte i bianconeri troveranno una Reggiana che nell’ultimo turno di campionato non ha affatto demeritato con il Chievo, nonostante la sconfitta: “Abbiamo grande rispetto per la Reggiana, è reduce da un percorso partito dalla Serie C con lo stesso allenatore, sta facendo un ottimo lavoro, ha disputato una buona partita col Chievo; nonostante la sconfitta, non ha assolutamente demeritato. Rispettiamo sempre tutti, ma andiamo a Reggio per disputare una grande partita, andiamo per vincere e dare continuità a quello che stiamo facendo. Anche noi siamo in un ottimo momento, la squadra contro il Frosinone ha avuto una grandissima reazione, l’ennesima; nel momento migliore della gara abbiamo subito gol, ma i ragazzi hanno recuperato con grande lucidità e con grande ritmo. Domani dobbiamo continuare a spingere sull’acceleratore”.

In settimana i bianconeri hanno analizzato meglio la partita di martedì coi ciociari: “Abbiamo rivisto la gara, analizzando le cose fatte molto bene e quelle in cui dobbiamo migliorare, sta a me correggere la squadra su determinati principi, dovevamo fare meglio certe cose, ci stiamo lavorando, i ragazzi si sono applicati molto, penso che si vedranno miglioramenti già dalla partita di domani. Secondo me abbiamo sbagliato troppo tecnicamente in certi frangenti, dovevamo essere più sereni e lucidi nella scelta, ma questa squadra è cresciuta moltissimo, di fronte c’era anche un Frosinone bello serrato e chiuso e a volte non è stato facile troverete gli spazi”.

Il tecnico avrà l’imbarazzo della scelta, tutti disponibili, ad eccezione di Simeri, squalificato: “Dispiace per Simone, ne abbiamo già parlato, voleva prendere la palla, ma ormai è andata. Il rammarico è perdere giocatori in questo modo, lo dico sempre che bisogna solo pensare a giocare. Il gruppo è a disposizione, tutti hanno lavorato con grande intensità, sono contento di essere in difficoltà positiva nello scegliere il miglior undici iniziale; tutto questo grazie alla disponibilità e all’impegno dei ragazzi che in allenamento mi danno sempre soddisfazioni”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.