ANCONA – “Questa mattina abbiamo effettuato la valutazione dei dati settimanali della pandemia nella nostra regione. I numeri indicano il forte incremento di casi anche nelle province di Pesaro e Urbino e di Fermo, che mostrano una tendenza di crescita molto elevata seppure per poco non raggiungano la soglia di 250 casi ogni 100 mila abitanti. Nella provincia di Ascoli Piceno invece si registra un trend inverso, con un lieve calo dei contagi”.

Così, in una nota diffusa sui Social l’8 marzo, il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli spiega l’entrata nella zona rosa delle province di Fermo e Pesaro-Urbino in merito all’emergenza Coronavirus.

Di seguito il nostro articolo precedente

Zona rossa per Fermo e Pesaro. Resta arancione solo il Piceno, per ora

 

Acquaroli aggiunge: “Per questi motivi, dopo un confronto con il servizio sanità, visto anche l’incremento degli accessi nei pronto soccorso e della pressione sulle strutture ospedaliere dell’ultima settimana, ho firmato l’ordinanza con la quale, da mercoledì e, per ora, fino a domenica, anche le province di Pesaro e Urbino e di Fermo saranno in zona rossa. Nel fine settimana, tutte le province saranno rivalutate in base all’andamento della situazione epidemiologica”.

Tutte le province, ad eccezione di Ascoli, sono dunque rosse. Il nostro territorio, al momento, resta arancione.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.