ANCONA – “Anche nelle Marche l’utilizzo delle dosi del lotto ABV2856 di vaccino AstraZeneca è stato sospeso e sostituito con altri lotti disponibili, dopo le segnalazioni di alcuni eventi avversi gravi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto in questione e il divieto di utilizzo deciso dall’Aifa in via precauzionale”.

Così l’Ansa Marche in una nota diffusa l’11 marzo: “Attivo un monitoraggio costante delle eventuali reazioni avverse ai soggetti che finora hanno ricevuto le dosi di quel lotto, fanno sapere Regione Marche e Aifa e al momento non sono stati registrati episodi di rilievo ma, tra le 1.750 persone che hanno ricevuto questo vaccino, si sono verificati soltanto due eventi lievi, pari agli stessi che possono comunemente verificarsi dopo la somministrazione di un qualsiasi vaccino, quali febbre e dolori muscolari”,

Dosi somministrate anche nel Piceno e nel Fermano nella giornata di ieri, 10 marzo, specialmente a personale scuola e Forze dell’Ordine.

“Al momento non è inoltre ancora stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli eventi avversi gravi. I campioni del lotto saranno oggetto di approfondimento da parte dell’Istituto Superiore di Sanità” si legge nella nota dell’agenzia di stampa.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.