ASCOLI PICENO – “Intensificati i servizi preventivi da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, nell’ottica di un contrasto ancora più efficace ai reati predatori e alla violenza di genere”.

Così dall’Arma picena in una nota diffusa il 12 marzo: “Nelle ultime ore, i Carabinieri della Compagnia e della locale Stazione, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Ascoli Piceno su richiesta della Procura della Repubblica che ha diretto le investigazioni, a carico di un trentaduenne ascolano, conosciuto alle forze dell’ordine, già colpito da tempo da un obbligo di dimora a Folignano poiché la sua ex compagna lo aveva denunciato per ripetuti episodi di maltrattamenti in famiglia”.

“I Carabinieri, anche su segnalazione della stessa parte offesa, nel corso dei mirati servizi di controllo del territorio, più volte lo hanno colto in palese violazione di quanto prescritto dall’Autorità Giudiziaria a cui sono stati inviati puntuali segnalazioni di quanto riscontrato dai militari, consentendo loro di emettere un provvedimento cautelare restrittivo per l’uomo, che è stato quindi rintracciato e accompagnato al carcere di Marino del Tronto” concludono dal Comando ascolano.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.