SPINETOLI – A Spinetoli s’investe per l’Ambiente. Due importanti novità hanno caratterizzato la giornata di sabato 13 marzo: è stata posata simbolicamente la prima pietra della nuova Piattaforma tecnologica di selezione 4.0 (in via Piave) ed è stato inaugurato un eco-sportello in Piazza Kennedy.

 La piattaforma tecnologica di selezione 4.0 è un progetto di innovazione tecnologica di economia circolare previsto nell’ambito della realizzazione della Fabbrica dei Materiali (un progetto di 30 milioni di euro, diffuso in tutto il Piceno).

L’investimento complessivo di ammodernamento dell’impianto di Spinetoli sarà di circa 7 milioni di euro e permetterà di rendere i rifiuti delle risorse da riutilizzare nei processi. I lavori sono stati già avviati e potrebbero già concludersi entro la fine dell’anno. Nell’area adiacente all’impianto sorgerà un parcheggio esterno, e saranno realizzati nuovi uffici, spogliatoi e impianti di pesatura.

In condivisione con l’Amministrazione nascerà anche uno spazio verde, un Eco Parco che potrà diventare un luogo per sensibilizzare le scuole. Nascerà anche una circonvallazione per migliorare la viabilità ed evitare che i camion, per raggiungere l’impianto, passino per il centro della città.

Questo intervento nel Piceno rappresenta uno dei primi contemplati dai programmi del Recovery Fund. Nell’ambito del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza del Governo, sono stati stanziati 1,5 miliardi per superare le criticità dei rifiuti.

“Siamo soddisfatti – commenta il Presidente della PicenAmbiente Spa, Francesco Chincoli – per questo primo intervento di Revamping dell’impianto di selezione di Spinetoli, dove già vengono trattati e lavorati quasi tutti i rifiuti della raccolta differenziata dei nostri cittadini: la plastica, la carta, le lattine, il vetro e gli ingombranti. Realizzando l’innovativa Piattaforma Tecnologica di Selezione 4.0, per il trattamento e valorizzazione delle plastiche saranno utilizzati complessi sistemi di selettori ottici, in grado di assicurare i migliori standard qualitativi”.

Il Sindaco Alessandro Luciani ha parlato di una strategia a lungo termine che porti sempre di più il territorio ad avere tutti gli strumenti necessari per affrontare il tema dei rifiuti e per sensibilizzare le nuove generazioni alla cura dell’Ambiente. “Tutto questo lavoro è rivolto più che altro da loro, ai piccoli cittadini, perché crescano in un territorio migliore, nel rispetto di ciò che li circonda, del paese in cui vivono. E quando il progetto è così ambizioso si superano i colori politici”.

Alla posa della prima pietra c’erano i sindaci Graziano Fanesi, Castorano; Luigi Massa, Offida, Pasqualino Piunti, San Benedetto del Tronto Inoltre era presente il presidente della Provincia Sergio Fabiani, Don Basilio Marchei per la benedizione, e per PicenAmbiente il presidente Chincoli il vice Umberto Pulcini e l’amministratore delegato Leonardo Collina e rappresentati della Ascoli Servizi.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.