ASCOLI PICENO – Lunedì 14 marzo. La nostra provincia, e la Regione, piomba nella fascia “red”.

Parliamo ovviamente dell’emergenza Coronavirus: il Piceno, e le Marche, sono in zona rossa. Almeno, sicuro, per due settimane e anche nelle festività pasquali.

Di seguito tutte le nuove disposizioni, le info e quello che c’è da sapere.

Confermato obbligo di mascherine anche all’aperto;

Confermato obbligo distanziamento interpersonale di almeno un metro;

Confermato coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5;

Visite in abitazioni private

Nelle zone rosse tali spostamenti sono vietati, salvo che dettati da esigenze lavorative, motivi di necessità o salute. Confermate anche per le zone arancioni le disposizioni riguardanti gli spostamenti per i Comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti

Scuola

Nelle zone rosse  a partire dal 6 marzo è prevista la sospensione dell’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, comprese scuole dell’infanzia, elementari e medie. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Musei, teatri, cinema

Nelle  zone arancioni e rosse le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura sono sospesi. Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto. Nelle zone arancioni e rosse gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono sospesi.

Palestre, piscine, impianti sciistici, centri benessere e termali restano chiusi

Attività di ristorazione

In zona arancione e rossa le attività dei servizi di ristorazione sono sospese. Consentiti l’asporto (senza consumazione sul posto) e la consegna a domicilio per le attività di ristorazione fino alle 22

In tutte le aree resta il divieto di asporto per le attività dei bar (codice ATECO 56.3) dopo le 18, come per gli altri esercizi commerciali della stessa tipologia.

Attività commerciali 

In zona rossa le attività commerciali al dettaglio sono sospese, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del Dpcm. Chiusi i mercati.

Piscine e palestre restano chiuse e sono ancora vietati gli sport di contatto. Consentita l’attività motoria individuale all’aperto.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.