ANCONA – “In base al nuovo piano vaccinale del 10 marzo, che prevede una suddivisione per fasce di età e fragilità, probabilmente solo a maggio-giugno, dopo l’esaurimento della copertura delle persone da 60 a 80 anni e di tutti i fragili, sarà possibile consegnare direttamente i vaccini nelle fabbriche e alle associazioni che hanno aderito all’Accordo proposto dalla Regione Marche”.

Lo spiega l’assessore regionale alla Sanità, Filppo Saltamartini, in un post su Facebook, in cui fa anche il punto sulla situazione vaccini, annunciando anche che “è ripartito ieri alle 15 il piano vaccinazione anche con AstraZeneca, anche se un comunicato ufficiale aveva indicato la ripresa per oggi”.

“Poche le dosi per le Marche anche nella fornitura di aprile – aggiunge – 210 mila dosi, con richiami per 100 mila persone”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.