ASCOLI PICENO – Nella giornata del 23 marzo, il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti si è recato a Roma, dove ha incontrato Giuseppe Catalano, Capo della struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. 

Gli argomenti trattati hanno riguardato la Strada Salaria e la Ferrovia dei Due Mari. Di seguito il resoconto del sindaco.

“Nella giornata di ieri, 23 marzo, a Roma, ho incontrato il Professor Giuseppe Catalano, Capo della struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. È stata l’occasione per evidenziare ai rappresentanti del Governo la necessità di intervenire sulla grave situazione di isolamento infrastrutturale che sta da anni penalizzando la città di Ascoli, il Piceno, le aree e i borghi dell’entroterra e tutto il Sud delle Marche. Durante l’incontro, molto proficuo, ho avanzato al consulente del Ministro due importanti richieste. La prima, quella di accelerare e di incrementare gli investimenti Anas da realizzare lungo la Strada Salaria. A oggi infatti, è questa la principale arteria di collegamento delle nostre aree con Roma: è fondamentale che si stringano i tempi per completare i tanti interventi ancora in corso, affinché si renda il più agevole possibile il tragitto ai mezzi pubblici e privati che percorrono questa strada” aggiunge il primo cittadino.

Fioravanti dichiara: “La seconda richiesta è stata invece quella di procedere con il finanziamento dello studio di pre-fattibilità della Ferrovia dei Due Mari (Ferrovia Salaria), opera fondamentale per collegare, su rotaia, la Dorsale Adriatica con quella Tirrenica. L’obiettivo è quello di poter avviare in breve tempo uno studio sulla sostenibilità e sulla cantierabilità di questa infrastruttura, per la quale abbiamo già redatto apposito Manifesto chiedendone l’adesione ai vari stakeholders dei territori interessati: è importante che al Governo arrivi forte e chiara la voce di una comunità che ha bisogno di questa opera. I nostri territori non possono perdere altro tempo: la risposta alle due richieste che ho avanzato arriverà nel giro di pochi giorni, subito dopo Pasqua avremo un nuovo importante incontro con i rappresentanti di Anas e Ferrovie dello Stato. Dopo anni di isolamento e abbandono, le nostre comunità hanno bisogno di risposte e azioni concrete”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.