QATAR – Un vento molto forte ha accolto i piloti della Moto3 sulla griglia di partenza del Barwa Grand Prix of Qatar. Le raffiche di vento, con velocità di punta di quasi 40 km/h, hanno creato problemi fin dal warm up. L’ascolano Romano Fenati del Max Racing Team è scattato dalla diciottesima posizione.

Purtroppo Fenati è incappato in un jump start che ha compromesso la gara fin da subito. Infatti a causa della partenza anticipata, gli è stato comminato un doppio long lap penalty. Dopo aver effettuato una serie di sorpassi, Romano al terzo giro è transitato in quindicesima posizione e al quinto e al sesto giro ha effettuato i due long lap penalty. Analizzando i cronologici, si vede bene come, a causa di questa penalità, abbia perso circa cinque secondi. Senza perdersi d’animo pilota ha iniziato una rimonta forsennata, riducendo pian piano il distacco con la testa della corsa. Al penultimo giro si è agganciato al gruppo dei primi, riuscendo a tagliare il traguardo in undicesima posizione, con 2.316 secondi dal vincitore J.Masia.

Il compagno di squadra Adriàn Fernàndez ha concluso la sua gara d’esordio nel Mondiale a ridosso della zona punti. Purtroppo anche lui ha scontato un long lap penalty, per aver superato i limiti della pista. Quest’anno le regole a tal riguardo sono molto più severe, infatti è sufficiente che solo una ruota vada oltre il limite consentito, per ricevere una penalità. Adriàn ha comunque mantenuto un buon passo e ha rallentato il suo ritmo soltanto dopo aver scontato la penalità, all’undicesimo giro. Ha chiuso la gara in diciassettesima posizione, con un gap di 22.187 s. Per lui un weekend positivo in cui sono stati evidenti i progressi.

La parola ai protagonisti:

Romano Fenati: “In gara sono andato molto forte e la moto è stata veloce e di questo sono felice. Sono molto dispiaciuto per i due long lap penalty, in quanto secondo me non ho anticipato la partenza. Per questo faremo una verifica in direzione gara. Sono sicuro che la prossima settimana saremo molto competitivi.”

Adriàn Fernàndez: “La gara è stata molto difficile. Sono partito molto bene e il feeling tra me e la moto mi ha soddisfatto, anche se oggi ho avuto qualche problema nell’interpretare la pista, perché era molto scivolosa. Inoltre in gara non è possibile frenare forte o aprire completamente il gas e per me è una sensazione abbastanza nuova e difficile. Il risultato rappresenta i miglioramenti che abbiamo fatto dal test alla gara e passo dopo passo arriveremo al gruppo di testa.”

Max BiaggiTeam Owner: “In questa prima gara dell’anno non abbiamo raggiunto le posizioni che avremmo voluto ottenere. Per Adriàn era tutto completamente nuovo. È molto giovane e ovviamente non ha molta esperienza. Stiamo appena iniziando a lavorare con lui e stiamo cercando di farlo esprimere al meglio. Dobbiamo migliorare e disputare molte altre gare, ma il suo comportamento è quello giusto. Ha molto potenziale. Non abbiamo ricevuto quello che ci aspettavamo da Romano. C’è stato un errore durante le qualifiche e altri piccoli errori ci sono costati una posizione migliore in gara. Ha fatto un’ottima rimonta, perché con due long lap penalty è riuscito a raggiungere la zona punti. In un certo senso ci ha reso felici, ma so che senza le penalità avrebbe potuto fare molto meglio. Ora dobbiamo concentrarci sulla prossima gara e cercare di migliorare.”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.