ASCOLI PICENO  – Vittoria importantissima quella dell’Ascoli sul Vicenza nel match valido per la 32^ giornata di Serie Bal “Del Duca” vittoria per 2 a 1  firmata Dionisi e Sabiri che fa respirare il Picchio prima dello sprint finale per la salvezza.

Dionisi al 60esimo si inventa il gol del vantaggio con un bolide sotto la traversa, Sabiri all’82esimo sigilla con un colpo di testa, nel finale al 95esimo accorciano i veneti con Gori ma manca poco al fischio finale e l’Ascoli conquista tre punti che valgono oro.

 

Il tecnico bianconero Andrea Sottil nel post gara

  Vittoria importantissima che vi porta momentaneamente in zona playout. Oggi si è vista la volontà e la grinta di ottenere I 3 punti questa è la grinta che vorrebbe sempre? “La grinta giusta. Ora non ci dobbiamo fermare. Conosco la mia squadra queste sono le prestazioni che spesso abbiamo fatto quando abbiamo vinto, giocando un buon calcio, gioco collettivo è la squadra che sempre vorrei vedere.”

La conferma di Pucino e Kragl e non Quaranta? “Quello che voglio fare è dare un’identità alla squadra, lavoro così cerco di dare certezze, dare continuità e fiducia facendo piccoli cambi come oggi un giocatore per reparto credo sia la cosa migliore cercando di lasciare sempre un’ossatura.  Oggi Pucino e Kragl dopo una partita non bella hanno dimostrato di sapersi rifare. Qualcuno oggi non è entrato ma ci sono partite importanti ancora”

Il clima prima della partita era pesante ora si intravede la luce e andrete ad affrontate il Monza con un’altra consapevolezza? “Noi andiamo ad affrontare partita per partita. Sappiamo bene la nostra situazione sappiamo cosa dobbiamo fare, questa è stata vinta e archiviata, guardiamo anche gli altri campi ma la cosa importante è quello che dobbiamo fare noi da domani lavoriamo per il Monza.”

Dionisi oltre al gol ha dato spessore al reparto e ha guidato la squadra alla vittoria nel finale però troppa tensione e anche un gol subito che si poteva evitare? “Per quanto riguarda Dionisi lo ritengo un leader sia dal punto di viata tencico che caratteriale, ha fatto il suo gol l’ha voluto con tutto se stesso. E’ un trascinatore, lui deve fare questo è il nostro punto di riferimento abbiam bisogno dei suoi gol e delle sue prestaizioni la sua storia e il suo vissuto parlano chiaro lo dicono i suoi numeri è un top player per la categoria. Nei minuti finali tanta stanchezza, era meglio non prenderlo oggi abbiamo fatto una grande prestazione.”

Sabiri richiamato a fine partita? “Lo richiamo sempre perchè può fare la differenza, gli ho detto che mi aspettavo una grande prestazione ma spesso si culla di quello che fa invece deve essere sempre sul pezzo sia per l’Ascoli che per la sua carriera deve smettere di essere altanelante. Oggi abbiamo segnato anche da corner quindi non solo da azioni costruite, è uno specialista dei calci piazzati Sabiri invece oggi è stato realizzatore. ”

Ennesima riconferma per Eramo. Partita grintosa hai lottato fino alla fine una presstazione di squadra di quelle che piacciono ai tifosi: “Si oggi era importante ottenere i tre punti ce lo siamo detti in ritiro tra di noi faccio i complimenti a tutti i miei compagni, abbiamo dato un ulteriore conferma che siamo vivi e lotteremo fino alla fine dopo la brutta gara di Cosenza. Nel primo tempo non abbiam fatto più fatica ma eravamo tesi non eravamo lucidi nelle giocate poi abbiamo trovato la chiave giusta. Atteggiamento giusto ora non dobbiamo sbagliare più nessuna partita ”

Dionisi analizza cosi la sua prestazione: “Ci dobbiamo salvare, l’obiettivo è solo quello. Nel finale un diverbio prolungato anche per colpa mia con Valentini, volevo chiedergli scusa perchè prima di retrocedere devo morire non è  per lui ma lo spirito nostro deve essere questo non dobbiamo mollare e dobbiamo combattere per ogni centimetro poi mi sono scusato anche con Di Carlo ma siamo rimasti nei limiti della sportività.” Quinto gol con l’Ascoli, il più importante?: “Il prossimo è sempre il più importante, abbiamo altre gare davanti.”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.