ASCOLI PICENO – Negli ultimi giorni, con le festività legate alla Pasqua, i Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, hanno ulteriormente intensificato i controlli sul territorio in funzione specificamente anti pandemica, identificando 1.300 persone e verificando 150 esercizi commerciali, con 13 sanzioni elevate per il mancato rispetto delle norme anti Covid e un esercizio commerciale per cui è stata disposta la chiusura ad Acquasanta Terme”.

Così dall’Arma picena in un comunicato stampa diffuso l’8 aprile: “Sempre ad Acquasanta Terme i militari della locale Stazione hanno effettuato uno specifico intervento nel corso di un servizio di pattugliamento in paese, dove hanno sorpreso un 47enne del posto, conosciuto agli operanti che, incurante delle disposizioni in atto, girava tranquillamente senza mascherina. All’atto della contestazione dei Carabinieri, ha iniziato ad inveire con frasi ingiuriose e minacciose nei loro confronti allo scopo probabilmente di sottrarsi al controllo. L’uomo così, oltre ad essere sanzionato per la normativa anti-Covid, è stato anche denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno per violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.