ANCONA – “La giunta regionale punta, ad arrivare a vaccinare almeno 900 mila marchigiani entro luglio, se la programmazione delle dosi sarà la stessa”.

Queste le parole rilasciate ad Ancona, e riportate dall’Ansa Marche in una nota l’8 aprile, dell’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini che, insieme al presidente Francesco Acquaroli, ha accompagnato il commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, e il capo dipartimento di Protezione Civile Fabrizio Curcio, nella visita ai centri vaccinali di via Teresa Noce Piediripa di Macerata e Ancona (impianto sportivo “Paolinelli”).

Dopo che il Cts ha consigliato la somministrazione di AstraZeneca agli Over 60, l’assessore non nasconde qualche problema nella programmazione delle vaccinazioni. “Tuttavia – ha spiegato – avendo in riserva numerosissime dosi di Pfizer, circa 130mila, la vaccinazione prosegue. Ieri record di vaccinazioni con 9 mila persone nella regione e ci stiamo avvicinando alla soglia delle 12mila vaccinazioni al giorno per raggiungere in tre mesi la cosiddetta immunità di gregge”.

“Nei prossimi giorni – ha annunciato – apriremo uno slot per la programmazione della vaccinazione da 60 a 70. Questo il Piano: da 60 a 80 anni con AstraZeneca, per fragili e over 80 Pfizer e Moderna e poi, quando arriveranno, i Johnson & Johnson – ha aggiunto – per le vaccinazioni domiciliari”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.