ANCONA – “Prevenire i reati in materia di criminalità organizzata e terrorismo. Una azione che si rinforza da oggi dopo la sigla di un protocollo tra la Procura distrettuale, procura nazionale antimafia e antiterrorismo, procure circondariali delle Marche che metteranno insieme e condivideranno in tempo reale le informazioni, in particolare sui cosiddetti reati spia, e una banca dati sempre aggiornata su persone e società da monitorare”.

Ciò si legge in una nota diffusa dall’Ansa Marche il 7 maggio.

In nove hanno firmato il protocollo nell’aula Mario Amato del Tribunale di Ancona presente il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.