ANCONA – La Regione Marche ha aggiornato le linee guida di prevenzione e contrasto del Covid-19 al fine di favorire la ripresa in sicurezza delle attività economiche.

Il provvedimento è stato adottato dalla Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Mirco Carloni, nel corso della seduta odierna: “Le nuove disposizioni, condivise con le associazioni di categoria del territorio, riguardano il settore del Commercio su Aree Pubbliche (Fiere, Mercati e affini); Commercio con Sede Fissa (negozi di prossimità, centri commerciali e vendita all’ingrosso); Attività di Somministrazione di Alimenti e Bevande (bar, ristoranti, catering, stabilimenti balneari, locali notturni, circoli, sale da ballo, impianti sportivi, mense, spacci e affini); Servizi alla Persona (acconciatori, barbieri, estetisti, tatuatori e piercing); Piscine Termali e Centri Benessere”.

“Le nuove norme – chiarisce Carloni – servono per garantire la ripresa delle attività commerciali con una modalità di applicazione semplice delle norme di contenimento dell’emergenza Covid-19 all’interno del quadro dettato dai provvedimenti emanati dal Governo e dalla Conferenza delle Regioni”.

Ai titolari delle attività vengono indicate le modalità più idonee a prevenire il rischio del contagio, a tutela sia dei clienti che del personale, assicurando l’esercizio dell’attività in piena sicurezza. Dopo le indicazioni generali, le disposizioni riguardano la formazione e l’informazione del personale, gli assetti di carattere organizzativo e igienicosanitario, prescrizioni specifiche (come, per i mercati, quelle per quelli coperti e nelle aree pedonali, dei produttori agricoli, degli hobbisti e collezionisti, cerimonie, mostre mercato dell’artigianato e antiquariato, commercio itinerante), le attività di pulizia e disinfestazione, le precauzioni comportamentali e igieniche personali. Altre indicazioni riguardano la gestione delle persone sintomatiche in azienda.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.