ASCOLI PICENO – Il prossimo 2 giugno avranno luogo anche in questa Provincia le celebrazioni del  75° Anniversario della fondazione della Repubblica.

Alla cerimonia, che si svolgerà nel rigoroso rispetto della normativa emergenziale per il contenimento del contagio da Covid-19,  prenderà parte una contenuta rappresentanza di Autorità.

Le citate celebrazioni avranno inizio alle ore 9.30,  presso il Monumento ai Caduti sito in Piazza Roma, con la cerimonia solenne dell’Alzabandiera, accompagnata dall’esecuzione dell’Inno Nazionale cantato dalla cantante lirica Signora Ilaria Roscioli. Seguiranno la deposizione di una corona di alloro e la lettura del messaggio del Signor Presidente della Repubblica.

A seguire, presso il  Salone “De Carolis” della Prefettura, il Prefetto di Ascoli Piceno, Carlo De Rogatis, procederà, alla presenza dei Sindaci ove risiedono gli insigniti, alla consegna delle Medaglie d’Onore, conferite con decreto del Presidente della Repubblica, per commemorare cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.

Quattro sono i cittadini  residenti in questa provincia  insigniti di tale importante riconoscimento. In particolare, una Medaglia verrà consegnata a un valoroso cittadino ancora vivente, mentre le altre tre saranno consegnate ai familiari, perché alla memoria.

Si indicano di seguito i nominativi degli insigniti:

– Signor Alfredo Pulcini, vivente (classe 1919)

– Signor Giovanni Buonincontro, deceduto (ritirerà il figlio Signor Aniello)

– Signor Alberto Marinelli, deceduto (ritirerà il figlio Signor Decio)

– Signor Angelo Voltattorni, deceduto (ritirerà la nipote, Signora Leonilde)


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.