ASCOLI PICENO – Quaranta anni fa, il 13 giugno 1981 veniva inaugurato il Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno. Raccoglieva l’eredità del prestigioso museo civico di antichità, fondato subito dopo l’Unità d’Italia. Il nuovo museo ospita la civica collezione archeologica, sulla quale furono effettuati importanti interventi di restauro, arricchita dai materiali rinvenuti negli scavi della seconda metà del Novecento.

Per festeggiare con il suo pubblico, il museo ha organizzato una serie di appuntamenti a partire da domenica 13 giugno alle ore 17 con una visita alle collezioni seguendo una guida d’eccezione: Gabriele Baldelli, ex funzionario archeologo e uno degli autori del primissimo allestimento del museo. Il controtenore Nikos Angelis dell’Associazione Culturale Medea vi delizierà con la sua splendida voce.

Mercoledì 16 giugno appuntamento alle ore 17 in Piazza del Popolo con Enrico Giorgi dell’Università di Bologna e Paola Mazzieri, funzionario archeologo nelle Marche, per una passeggiata archeologica per le piazze della città che terminerà al museo dove vi accoglierà Gilda Assenti, funzionario archeologo in Abruzzo, per un confronto tra Piceni e Pretuzi.

Venerdì 18 giugno, infine, alle ore 17.30, appuntamento on line, su https://www.youtube.com/channel/UCupmJV7ESEopXFo4sKkWg1w, con Ginafranco Paci dell’Università di Macerata e la direttrice, Sofia Cingolani, che converseranno sul volume “Storia di Ascoli dai Piceni all’epoca romana”, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco d’Ascoli”.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito ma è necessario prenotare al numero 3892661227 o all’indirizzo museoarcheologicoascolipiceno@beniculturali.it


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.