ASCOLI PICENO – Dal 15 giugno è possibile fare domanda per ottenere finanziamenti per la creazione di nuove imprese e studi professionali in tutti i settori, esclusa l’agricoltura, da avviare nei Comuni dell’Area di Crisi del Piceno. Il bando regionale collegato mette a disposizione 1,5 milioni di euro. Lo ricorda la Fideas di Offida. 

E’ previsto un contributo massimo di 35 mila euro erogato secondo due regimi di aiuto e sistemi di rendicontazione alternativi a scelta del proponente in regime de minimis (senza obbligo di rendicontazione delle spese). I primi 15 mila euro saranno erogati alla costituzione dell’impresa ed all’iscrizione del titolare a forma pensionistica obbligatoria. Gli altri 20 mila euro all’assunzione di personale dipendente (inclusi apprendisti) o iscrizione di soci agli elenchi previdenziali entro i 12 mesi dall’avvio del progetto. Nel dettaglio 10 mila euro per ogni posto di lavoro creato e mantenuto per 3 anni, 5 mila euro in caso di assunzione a tempo determinato per 2 anni, 2.500 euro in caso di assunzione a tempo determinato per 12 mesi. 

Le domande per ottenere i contributi vanno presentate dal 15 giugno al 31 luglio. Il bando è dunque un importante opportunità di crescita economica ed occupazionale del territorio piceno, che chi ha progetti d’impresa non può farsi sfuggire.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.