ASCOLI PICENO – “Continuano ininterrotti i servizi di controllo messi in atto in queste settimane nell’intera Provincia dai Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno volti a verificare non solamente il rispetto delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 ma anche il rispetto delle norme del Codice della Strada da parte di tutti coloro che, approfittando delle belle giornate e dell’avvicinarsi dell’estate, si stanno muovendo, in auto, in moto sulle principali arterie picene”.

Così dall’Arma picena in una nota diffusa il 16 giugno: “L’attenzione è particolarmente elevata da parte dell’Arma dei Carabinieri e lo sarà ancora di più a partire dal prossimo week-end, per assicurare una corretta e sicura mobilità nel pieno rispetto delle norme che regolano la circolazione ed in particolar modo sull’uso del telefono cellulare alla guida e l’utilizzo improprio del sedile anteriore per il trasporto dei bambini così come il mancato impiego dei previsti dispositivi di ritenuta in quelli posteriori”.

Nel comunicato si legge: “Purtroppo negli ultimi tre mesi sono state già rilevate 137 infrazioni al Codice della Strada e di queste, il 10% circa è proprio per l’uso del telefono cellulare alle volte anche per digitare messaggi ed un altro 10% per il mancato uso delle cinture di sicurezza che l’Arma ricorda essere obbligatorie anche per i sedili posteriori”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.