ANCONA – Questa mattina, 22 giugno, presso la sala dell’agricoltura di Palazzo Leopardi, ad Ancona, il vice presidente di Regione Marche e assessore all’agricoltura Mirco Carloni ha incontrato i rappresentanti dei giovani agricoltori delle Marche per presentare le linee guida del Piano di Sviluppo Rurale, con particolare attenzione al bando dedicato ai giovani, la cui pubblicazione è prevista entro il mese di luglio.

“Il Pacchetto Giovani sarà il primo bando che uscirà del Psr, perché vogliamo, con forza, che le nuove generazioni riscoprano l’agricoltura – ha riferito Carloni – Per farlo dobbiamo garantire loro una sostenibilità economica che incentiveremo favorendo l’imprenditorialità a scapito di una dannosa prassi di contribuzione a pioggia che, purtroppo, è andata sempre più a consolidarsi nel corso degli anni”.

Gli incontri continui e il confronto serrato di questi mesi, su tutto il territorio regionale, tra politica, tecnici, ricercatori e agricoltori, ha portato alla luce criticità ricorrenti, da cui si è preso spunto per una rielaborazione complessiva della strategia agricola regionale. Sono principalmente due le traiettorie di intervento su cui l’assessore Carloni ha voluto imprimere un sostanziale cambio di paradigma: innanzitutto una costante prassi di semplificazione, che si avvia con l’immediata introduzione dei prezziari e dei costi standard, in sostituzione dell’anacronistica e dispendiosa prassi dei tre preventivi obbligatori: inutile orpello burocratico per gli agricoltori. Quindi la centralità del progetto imprenditoriale e del business plan, a cui sarà collegato un canale privilegiato di accesso al credito con banche e confidi, capace di garantire la necessaria liquidità alle aziende agricole.

“L’agricoltura rappresenta un formidabile volano di sviluppo per il nostro territorio; abbiamo una visione di ampio respiro, una strategia capace di declinarsi anche nell’immediato con risposte concrete alle distorsioni del sistema. È tempo di cambiare paradigma, ora nei bandi occorre semplificare, garantire accesso al credito e mettere al centro la progettualità – continua Carloni – I fondi del Psr sono risorse destinate dall’Europa agli agricoltori, compito della Regione è indirizzarli dove realmente serve in modo semplice e veloce”.

All’incontro hanno partecipato oltre all’assessore Carloni, al dirigente Lorenzo Bisogni ed alla consulente Elena Berloni, i rappresentanti dei giovani agricoltori: Laura Moretti e Stefano Fraboni  per Unci Marche; Alessandra Alba (Coldiretti); Renato Piersimoni (Confagricoltura) e Luca Bianchi per Cia Marche.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.