ASCOLI PICENO – Appuntamento culturale ad Ascoli. Venerdì 23 luglio alle ore 18.30 la scrittrice Natalia Guerrieri presenterà il suo romanzo d’esordio Non muoiono le api, pubblicato da Moscabianca edizioni. L’evento si svolgerà in largo Crivelli, la piazza antistante la Libreria Prosperi. Modererà l’incontro Chiara Arrigoni.

“Non muoiono le api”, la cui originalità si indovina già dal titolo, è il romanzo di esordio di Natalia Guerrieri (1991). In un mondo molto simile al nostro e che ne amplifica alcuni tratti, il sistema su cui si fonda il benessere di un intero paese – basato su forti disuguaglianze – collassa a causa di una serie di attacchi terroristici online.

Tre voci, quella di Andrea, bambina di cinque anni, Anna, sua madre, e Leonard, un giovane studente di Storia che sogna di diventare giornalista, ci narrano i mesi che portano dalla fine di un sistema alla sua rinascita. Le api sono proprio questo: un simbolo di vita dove dovrebbe esserci la morte, la speranza che si fa strada, fragile come le ali di un insetto, nel buio.
Difficilmente catalogabile in un genere, il romanzo ibrida fantascienza, distopia e sovrannaturale mettendo però in realtà sempre al centro i personaggi, i loro sentimenti e le loro relazioni, e ricercando una dimensione “letteraria” della narrazione. La voce che risuona nella mente a lungo, dopo la lettura, è quella di Andrea, del tutto credibile, a tratti così cruda e sincera da risultare sconvolgente, che ridisegna il mondo portando avanti la sua lotta di bambina.

Guerrieri mette insieme gli insegnamenti di Margaret Atwood per quanto riguarda il gioco di rifrazione del presente, come segnala Nicoletta Vallorani, che ne cita le parole nella prefazione al libro: «“Tutto quello che io racconto”, dice in più occasioni, riferendosi in particolare a Il racconto dell’ancella, “è già accaduto in qualche luogo, in qualche tempo e a qualcuno di noi”», e il lascito stilistico – in particolar modo nella costruzione del linguaggio-pensiero di Andrea –, de La trilogia della città di K di Agota Kristof.”

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.