ASCOLI PICENO –  Nuova punta in casa Ascoli che ingaggia con un contratto di due anni Diego Fabbrini, attaccante classe 90′ reduce dall’esperienza in Romania con la Dinamo Bucarest.

Toscano di San Giuliano Terme, Fabbrini è cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli fino al debutto fra i professionisti. Due le stagioni in B con la maglia dei toscani, 60 le presenze e 3 i gol all’attivo. Dopo l’ottimo biennio all’Empoli, a 21 anni approda in Serie A, all’Udinese; coi friulani colleziona 25 presenze fra qualificazioni in Champions, Campionato, Coppa Italia ed Europa League; 2 i gol realizzati e 2 gli assist. L’anno successivo si trasferisce nella Championship inglese collezionando 83 presenze, 6 gol e 6 assist con le maglie di Watford, Millwall, Birmingham City e Middlesbrough. Dopo l’esperienza inglese, inframmezzata dai sei mesi nella B italiana col Siena (10 presenze e 1 gol), torna in cadetteria allo Spezia nella seconda parte della stagione 2016/17, scendendo in campo 18 volte e siglando 1 gol.

Sono ancora le sirene estere ad avere la meglio su Fabbrini, che dapprima inizia una nuova esperienza professionale nella Segunda Division spagnola col Real Oviedo (17 presenze e 1 gol) e nella stagione 2018/19 si trasferisce nel massimo campionato rumeno nel Botosani (32 presenze, 5 gol e 5 assist). Nel suo percorso professionale c’è anche la Bulgaria: nella prima parte della stagione 2019/20 veste la maglia del CSKA Sofia in massima serie e colleziona 11 presenze fra campionato ed Europa League. Nella seconda parte di stagione torna nel massimo campionato rumeno, questa volta alla Dinamo Bucarest, squadra con cui registra in un anno e mezzo 58 presenze, 4 gol e altrettanti assist. Nel suo curriculum fa bella mostra anche una convocazione nella Nazionale italiana di Cesare Prandelli per il match Italia-Inghilterra del 15 agosto 2012: Fabbrini debutta in azzurro nel ruolo di seconda punta a Berna contro gli inglesi.

“Avevo intenzione di tornare in Italia – le dichiarazioni di Fabbrini – dopo tanti anni all’Estero fra Inghilterra, Spagna, Bulgaria e Romania; appena si è presentata l’occasione non ci ho pensato su due volte, nonostante ci fossero interessamenti da parte di alcune squadre italiane, ma soprattutto straniere. La trattativa con l’Ascoli è nata da una decina di giorni e ho subito approfittato. In questi anni ho sempre continuato a seguire i campionati italiani in più il mio nome era già stato accostato all’Ascoli lo scorso anno, quindi da lontano ho seguito il campionato dei bianconeri. Quando il procuratore mi ha detto che si era ripresentata l’occasione di venire qui, l’ho colta al volo. In attacco in questi anni ho ricoperto un po’ tutti i ruoli, se devo esprimere una preferenza dico che mi vedo meglio da mezzala, ma sono a disposizione del gruppo. Oggi ho conosciuto i nuovi compagni e il Mister, le premesse ci sono, spero di fare bene e di aiutare la squadra a disputare una bella stagione. So che sarà un campionato difficile, non mi sono posto obiettivi in termini di gol, voglio fare il meglio possibile”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.